PAEA - Progetti Alternativi per l'Energia e l'Ambiente

A caccia di spifferi

Le vostre case disperdono calore? Il "blower Door" ci aiuta ad individuare gli spifferi e a sanare le ferite.

blower doorUn'abitazione sana ed ecologica, per evitare dispersioni dovrebbe disporre di un buon "cappotto". Ma come fare per rilevare la tenuta del nostro involucro protettivo? Esiste uno strumento in grado di rilevare i temuti spifferi? Lo strumento Blower Door, ampiamente utilizzato in Germania, fa al caso nostro. Si tratta di un rivoluzionario strumento in grado di rilevare la permeabilità all'aria dell'edificio e ci aiuta ad individuare gli "spifferi" e la tenuta termica del suddetto cappotto.

La tenuta termica è un fattore importante non solo per il confort abitativo, ma per la salubrità e l'integrità dell'edificio. L'aria fredda che entra dalle fessure, infatti, raffredda le superfici e crea dispersioni di calore. L'aria caldo-umida che fuoriesce dall'interno, al contrario, quando entra a contatto con le superfici fredde, condensa e dà luogo alla formazione di muffe. La qualità abitativa passa attraverso una buona coibentazione di tetto, pareti e solai, ma deve tener conto di una corretta sigillatura e posa in opera dei materiali.

Blower Door assomiglia ad una tenda rossa, che viene incorniciata ermeticamente sulla porta di casa. Una grossa ventola sul tendaggio permette di far fuoriuscire aria dall’edificio. Quando si raggiunge una pressione di 50 Pascal, saremo in grado di rilevare le correnti d’aria presenti, che provengono dall’esterno. Per mezzo di un anemometro si misurano dunque gli spifferi, più tecnicamente il volume d’aria interna che viene scambiata, nell'arco di un’ora, con l’aria esterna. Altri strumenti come la penna fumogena, generatore di nebbia e termocamera a infrarossi ci permettono di individuare dove si trovano le falle dell’edificio.  Sì potrà dunque intervenire sulle parti più "vulnerabili" per garantire la tenuta termica della casa. Questo però non significa rinunciare all'ossigeno.

L'aerazione dovrebbe semplicemente essere garantita da un corretto dimensionamento della ventilazione naturale associato ad un corretto comportamento degli abitanti della casa; è sicuramente più efficace a tale scopo un impianto di ventilazione meccanica, capace di recuperare il calore dell’aria viziata da espellere e cederlo all’aria fresca entrante. Un accorgimento utilizzato per la realizzazione di "case passive" o di alta efficienza energetica.

Di Gabriele Bindi

Maggiori informazioni sul servizio BLOWER DOOR: blowerdoor@paea.it

Sede operativa: Loc. Montebamboli 25/a - 58024 Massa Marittima (GR) - tel. 0566 216207 - email: info@paea.it
Sede legale: Via Foggini 37-45 - 50142 Firenze - P.I. 02057970358 C.F. 91088290357

Sviluppato da Nimaia