PAEA - Progetti Alternativi per l'Energia e l'Ambiente

L'alternativa al mattone

Viva il legno!

Ecologica, economica e sicura: ecco a voi la casa in legno.

Gli italiani, si sa, sono attaccati al mattone. Non parliamo solo di investimenti, ma di un radicamento culturale che ci vede caparbiamente impegnati a metter su case fatte di calcestruzzo e laterizi: un’abitudine per nulla scontata per il resto d’Europa, soprattutto al Nord. L’alternativa al mattone è semplice e e antica quanto l’uomo: il legno. In virtù delle sue qualità ecologiche, soprattutto delle sue prestazioni in termini di isolamento e sicurezza, questo materiale attualmente vive un'ampia rivalutazione nell'edilizia sostenibile.
Le caratteristiche del legno soddisfano in pieno i requisiti richiesti per le case a basso consumo, offrono un confort abitativo di qualità superiore e un impatto ambientale irrisorio, se confrontato alle costruzioni in muratura. Come materiale di costruzione i vantaggi sono notevoli: il legno è elastico, gode di un’elevata resistenza a trazione e compressione, ha un peso specifico basso,  si taglia facilmente e può essere assemblato in diversi modi.
Ottime le prestazioni termo-acustiche: le capacità di isolamento e coibentazione permettono di conseguire facilmente un risparmio energetico del 40 - 50 % rispetto alla stessa costruzione in cemento o mattoni. Sul piano della salubrità offre un’elevata traspirabilità e permeabilità al vapore acquo, fattori che rendono le abitazioni sane, a patto che i materiali utilizzati per l’isolamento non impediscano questa respirazione naturale. Sul fronte dei costi e dei tempi di realizzazione il vantaggio sul cemento è abissale: un prefabbricato in legno può essere montato in pochi mesi, se non addirittura settimane. E la sicurezza? E’ qui che si devono sfatare i pregiudizi più ostinati: le strutture di costruzione tradizionale sono assemblate con materiali che hanno caratteristiche di resistenza al fuoco inferiori. L’acciaio di cui è costituita l’armatura portante dei solai, si dilata ad una temperatura di 200°C, pertanto, in caso di incendio, il rischio di crollo in una casa con solai in cemento armato è superiore rispetto ad una in legno, la cui autocombustione avviene sui 300°C. Per approfondire la questione e

PAEA realizza l’incontro  LA CASA IN LEGNO: dal progetto alla realizzazione
sabato 27 ottobre 2007 a Reggio Emilia
con l’Arch. Andrea Grendele - Studio Vasati. Nel pomeriggio
visita guidata ad una casa in legno

INFO: http://www.paea.it/it/corsi-bioedilizia.php 

Sede operativa: Loc. Montebamboli 25/a - 58024 Massa Marittima (GR) - tel. 0566 216207 - email: info@paea.it
Sede legale: Via Foggini 37-45 - 50142 Firenze - P.I. 02057970358 C.F. 91088290357

Sviluppato da Nimaia