PAEA - Progetti Alternativi per l'Energia e l'Ambiente

Idee ‘luminose’ per case efficienti

Lampadine a confronto

A cura della Casa EcoLogica

L'Unione Europea ha decretato la prossima fine delle lampadine ad incandescenza, quelle che - per intenderci - hanno illuminato e di solito ancora illuminano le nostre case. In commercio esistono diverse alternative, tra le fluorescenti compatte, le alogene e i LED.

Vediamo di capire meglio le caratteristiche e le prestazioni energetiche ed ambientali dei vari tipi di lampade:


LAMPADE A INCANDESCENZA

Costituite da un bulbo in vetro dal quale viene tolta l’aria e sostituita con un gas inerte (generalmente argon con piccole quantità di azoto), sono ancora le più comuni nelle nostre case. All'interno, un filamento di tungsteno attraversato dalla corrente elettrica diventa incandescente ed emette luce.

  • Hanno un'efficienza luminosa piuttosto modesta (circa 10-15 lumen/watt) ed una durata di vita di circa 1.000 ore
  • Forniscono istantaneamente luce e, se spente, si riaccendono immediatamente.
  • Con l’invecchiamento emettono sempre meno luce, pur consumando sempre la stessa quantità di energia, in quanto il tungsteno evapora dal filamento e si deposita in forma di strato scuro sulla parete interna del bulbo
  • Il flusso luminoso può essere graduato con appositi variatori
  • Sono direttamente collegabili alla rete di alimentazione senza l’impiego di reattori o di starter
  • Emettono luce di tonalità calda e l’indice di resa cromatica (capacità di distinguere agevolmente i colori) ha il valore massimo: 100. Da ciò il comfort visivo tipico di queste lampade
  • Sono le più economiche al momento dell’acquisto, ma le più costose quanto a consumi
  • Possono essere smaltite tra i rifiuti indifferenziati.


LAMPADE FLUORESCENTI COMPATTE

Conosciute come “lampade a risparmio di energia” hanno dimensioni e tonalità di luce simili a quelle delle lampade a incandescenza, ma un’efficienza luminosa e una durata di vita notevolmente superiori. Esistono nella versione con reattore integrato e non integrato all’interno della lampada. Il reattore può essere di tipo convenzionale o elettronico che è più efficiente.

  • Hanno un'elevata efficienza luminosa, da 50 a 75lm/W (da 4 a 7 volte più delle lampade ad incandescenza)
  • Hanno una vita di circa 10.000 ore (10 volte più delle lampade ad incandescenza) ma accensioni e spegnimenti molto frequenti, con intervalli inferiori ai 15 minuti, ne riducono sensibilmente la vita
  • Sono disponibili in diverse tonalità di luce, e la qualità della luce prodotta è molto buona, con una resa cromatica superiore a 80
  • Si accendono immediatamente o quasi
  • Sono particolarmente indicate per illuminare ambienti interni ed esterni in caso di un uso prolungato e senza accensioni e spegnimenti troppo frequenti
  • Il flusso luminoso non è regolabile
  • Vanno smaltite consegnandole agli impianti di raccolta differenziata o ad aziende autorizzate, in quanto contengono piccole quantità di mercurio.


LAMPADE A INCANDESCENZA ALOGENE

Introdotte intorno al 1950 per superare i limiti delle tradizionali lampade a incandescenza (bassa efficienza e breve durata) i limiti iniziali di queste lampade, cioè l’emissione di raggi ultravioletti e l’eccessivo riscaldamento della lampada, sono stati superati: il primo ponendo davanti alla lampada una lastra di vetro e il secondo con la costruzione di speciali lampade, alogene dicroiche, dotate di uno schermo posteriore che riflette solamente la luce visibile lasciando disperdere i raggi infrarossi.

  • Il decadimento del flusso luminoso in funzione delle ore di vita è praticamente trascurabile e non si ha annerimento del bulbo
  • Emettono luce bianca con un'eccellente resa dei colori
  • E' possibile regolare il flusso luminoso con un semplice variatore
  • Quelle a bassa tensione hanno bisogno di un trasformatore per funzionare
  • Hanno dimensioni molto ridotte e una notevole varietà di forme e di potenze
  • Sono consigliate dove serve illuminazione localizzata e decorativa, immediata disponibilità di luce, utilizzo discontinuo e accensioni e spegnimenti frequenti
  • Possono essere smaltite tra i rifiuti indifferenziati.


LED (Light Emitting Diodes, ovvero “diodi che emettono luce”)

Impiegati da anni nell’elettronica (nei telecomandi, nei segnalatori di stand-by..), si stanno diffondendo anche nei semafori e nelle luci di posizione e stop delle automobili, nei display di informazione e nell'illuminazione decorativa di piazze, palazzi e monumenti, e in commercio iniziano a trovarsi anche lampade a LED per uso domestico.

  • A parità di luce emessa consentono di risparmiare fino all’80% di energia elettrica rispetto a una normale lampada a incandescenza
  • Hanno una durata di vita estremamente lunga, da 50.000 a oltre 100.000 ore
  • Hanno bassi costi di manutenzione, in quanto continuano a funzionare anche nel caso in cui uno o più elementi si danneggino
  • I più comuni emettono luce rossa, arancio, verde e blu con colori saturi. Dalla loro combinazione è possibile creare le sfumature di colore volute. La luce bianca si ottiene rivestendo di giallo un LED blu
  • Ne esistono modelli che possono sostituire direttamente le lampade a incandescenza sugli impianti esistenti, e modelli che funzionano a bassissima tensione, da 12VDC a 48VDC.
  • Hanno dimensioni drasticamente ridotte che aprono nuovi orizzonti al design
  • Non riscaldano e si accendono immediatamente
  • Si possono smaltire tra i rifiuti indifferenziati.

Tabella di confronto tra lampadine - Fonte: Elaborazione PAEA 2009 (232 KB PDF)


Offerta della settimana

La mostra itinerante della Casa Ecologica, dopo un attento confronto, ha optato per i LED, che nonostante il prezzo iniziale più elevato - circa sui 20 euro - a parità di prestazioni consumano molto meno (solo 2,5W che equivalgono a 40W tradizionali) e hanno una vita molto più lunga (oltre 50.000 ore). Da questo anche l'idea di proporle all'interno del portale E-Commerce di PAEA:


Per saperne di più
: Il led e l'illuminazione di Davide Scullino, Sandit Libri, 2007

Sede operativa: Loc. Montebamboli 25/a - 58024 Massa Marittima (GR) - tel. 0566 216207 - email: info@paea.it
Sede legale: Via Foggini 37-45 - 50142 Firenze - P.I. 02057970358 C.F. 91088290357

Sviluppato da Nimaia