PAEA - Progetti Alternativi per l'Energia e l'Ambiente

Archivio news

Archivio news

LA CASA ECO-LOGICA - TOUR 2009/2010
La mostra itinerante di PAEA in viaggio con ''Sustainable Energy Europe''

Sustainable Energy Europe11/5/09 - Parte a maggio 2009 il viaggio attraverso l'Italia della mostra itinerante più grande d'Europa su fonti rinnovabili, bioedilizia e risparmio energetico nell’ambito di Sustainable Energy Europe: la campagna della Commissione Europea coordinata in Italia dal Ministero dell'Ambiente che promuove le fonti di energia rinnovabili, l’efficienza energetica, i trasporti puliti e i combustibili alternativi.
Le date in calendario: PALERMO, FIRENZE, BOLOGNA, ROMA, MILANO, GENOVA.

Il prossimo appuntamento è a Firenze dal 29 al 31 maggio, in occasione di Terra Futura.. Leggi tutto

Detrazione 55% per lavori che proseguono oltre il periodo d’imposta

solare termico11/5/09 - A una settimana dalla pubblicazione del nuovo sito web di ENEA per l'invio della documentazione, il quadro è ora completo: finalmente è pronto il modulo per il comunicato all'Agenzia dell'Entrate previsto dal Decreto Legge n. 185/2008, per ottenere la detrazione del 55% riconosciuta per gli interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, inclusa l’installazione di pannelli solari termici e la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.
Leggi tutto

Le certificazioni energetiche in edilizia
Tante regioni, tanti modelli

certificazioni11/5/09 - In Italia la certificazione energetica per gli edifici è obbligatoria da luglio 2008 nel caso di compravendita, ad esclusione delle singole unità immobiliari per le quali scatterà da luglio 2009. Aldilà dell’adempimento burocratico, la certificazione serve a conoscere le caratteristiche del “sistema edificio-impianto”, ovvero quanta energia serve per riscaldare e raffrescare, produrre acqua calda, illuminare. Perché il sistema funzioni sono necessari alcuni passaggi, e nel caso dell’Italia l’iter legislativo non è ancora completo. Nel frattempo però, alcune Regioni, Province e Comuni si sono mossi autonomamente.. Leggi tutto

(L’articolo completo a cura di Paea sulla rivista “La mia energia” nel numero di maggio 2009)

Efficienza energetica: sul sito ENEA l’applicativo per la detrazione del 55%

efficienza energetica

 

1/5/09 - E’ disponibile sul sito di ENEA l'applicativo web per inviare la documentazione relativa alle pratiche di detrazione fiscale del 55% per interventi di efficienza energetica, valido per chi ha ultimato i lavori nel 2009. Nei prossimi giorni dovrebbe essere attivo anche un servizio di supporto per l’invio delle pratiche.

 

Eco-incentivi sulle biciclette!
Dal Ministero dell'Ambiente 30% di sconto sul prezzo di listino

Bicicletta

30/4/09 - Dal 22 aprile sono operativi gli incentivi messi a disposizione dal Ministero dell’Ambiente per le biciclette, i ciclomotori e i veicoli elettrici. Si tratta di un fondo di 8.750.000 euro da erogare nel corso del 2009 ai cittadini che decideranno di acquistare una nuova bicicletta comprese quelle elettriche a pedalata assistita, senza obbligo di rottamazione, oppure un ciclomotore EURO 2 termico o elettrico (in questo caso con obbligo di rottamazione di un EURO zero o 1).
L’incentivo si traduce in uno sconto del 30% del prezzo di listino sull’acquisto di una nuova bici fino a un massimo di 700 euro di sconto.
Per la prima volta vediamo nell'elenco dei mezzi a due ruote beneficiari degli eco-incentivi statali, anche le biciclette a “propulsione muscolare”, ovvero quelle che fanno spostare ogni giorno migliaia di persone (che fin dalla produzione sono mezzi a basso impatto ambientale, mentre diventano ad emissioni zero in fase di circolazione).

Per saperne di più e per l’elenco dei produttori che aderiscono all’iniziativa: www.incentivimotocicli.it

Fonte: FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta)

Costruire una casa passiva
Una storia a puntate..

cartello lavori - BusanaDi qui a giugno a “puntate” quindicinali sul sito web di Paea, la storia di come una famiglia del reggiano ha deciso di costruirsi una casa di legno e di costruirsela...PASSIVA: capace cioè di massimizzare i guadagni rispetto alle perdite e di consumare un decimo delle abitazioni tradizionali.
Il primo “curioso” di questa storia è stato Filippo Schillaci, che ha visitato il cantiere e incontrato i protagonisti. Il risultato ce lo racconta nel libro " Nel giardino che produce - Storia di un'autoproduzione che funziona " di prossima pubblicazione.
Il capitolo dedicato alla casa è scaricabile in anteprima sul sito web di Paea.   Leggi tutto

 

La proposta di legge “anti-ricorsi”
Chi perde al Tar risarcisce

 E’ al vaglio della commissione giustizia una proposta di legge (n.2271) sottoscritta da 136 deputati del Pdl, che modificando la legge 8 luglio 1986 (Responsabilità processuale delle associazioni di natura ambientale) potrebbe schiacciare le associazioni ambientaliste e i comitali locali: questi sarebbero tenuti, qualora il ricorso alla giustizia amministrativa "sia respinto perché manifestamente infondato, al risarcimento del danno oltre che alle spese del giudizio”.
Pensata per contrastare il cosiddetto “effetto Nimby” (dalla sigla inglese “Not in my back yard, non nel mio giardino), la proposta si presenta come uno strumento di responsabilizzazione delle associazioni di protezione ambientale. In caso di approvazione i comitati territoriali e le associazioni ambientaliste si vedrebbero limitare, se non azzerare, uno degli strumenti più efficaci per la difesa contro abusi edilizi, discariche, inceneritori e fenomeni di usurpazione del territorio. Un anno di fermo cantiere per il ponte sullo stretto di Messina, ad esempio, si tradurrebbe in un risarcimento per milioni di euro.
Fonte: La Repubblica

Terremoto in Abruzzo: un appello del primo comune a ''Crescita Zero''

ricostruireDomenico Finiguerra, sindaco di Cassinetta di Lugagnano, in seguito al terremoto abruzzese ha indirizzato un appello al capo del Governo per utilizzare per la ricostruzione e la messa in sicurezza delle opere pubbliche i fondi stanziati per il ponte sullo stretto, l’alta velocità e la ripresa del nucleare. Cassinetta Lugagnano, in provincia di Milano, è il primo Comune in Italia ad avere deliberato un Piano Regolatore a crescita zero.

Il testo della lettera.. Leggi tutto

2009: Viaggi nell'era post petrolio
Due corsi estivi per conoscere le Transition Towns e le alternative alla crisi ecologica ed economica globale

corsi estiviAnche per il 2009 Paea offre la possibilità di toccare con mano la concretezza delle alternative energetiche e produttive: per chi crede che sia sempre più urgente sganciarsi da un’economia basata sui combustibili fossili, due viaggi nelle buone pratiche d'avanguardia europea. 

RITORNO AL FUTURO - 26 luglio/3 agosto 2009
Viaggio alla scoperta delle Transition Towns e del CENTRE FOR ALTERNATIVE TECHNOLOGY (CAT) di Machynlleth in Galles

POLITICA, AMBIENTE, LAVORO - 8/17 agosto 2009
Corso residenziale al Centro per l'Energia e l'Ambiente di Springe (Germania)

Per ulteriori informazioni: info@paea.it  tel. 0522 605286

Le nuove idee crescono tra i banchi
Scuole italiane e risparmio energetico

scuola - esperimentiLe lampadine a basso consumo sono le misure più adottate dalle scuole medie italiane: tra il 2007 e il 2008 infatti il numero degli istituti che le usano è cresciuto dal 18% al 41%. La manutenzione e la pulizia regolari dell’illuminazione vengono promosse dal 24% delle scuole, mentre solo il 21% applica le valvole termostatiche. La ricerca di Movimento consumatori e Movimento Difesa del Cittadino ha coinvolto 147 scuole secondarie di primo grado e, come nella precedente edizione, denuncia grossi margini di miglioramento per quanto riguarda gli interventi strutturali più significativi sulle strutture e l’introduzione di fonti d’energia rinnovabili. Le scuole intervistate dimostrano autodisciplina e volontà di attuare iniziative di risparmio energetico (ben 9 scuole su 10 dichiarano di prevedere modalità di autocontrollo dei consumi) ma la quasi totalità (90%) non prevede un budget per interventi sulla struttura e il 70% non riceve agevolazioni economiche esterne.

Fonte: E-Gazette

Energia nucleare: soluzione o diversivo?

atomDi fronte allo spettro dell'aumento delle emissioni di gas serra cresce la schiera dei sostenitori del nucleare come tecnologia a zero-emissioni, sicura, economica ed in grado di soddisfare ampiamente i nostri consumi. I dubbi sull'opportunità di investire nel nucleare però sono molti, dai costi energetici alla reale economicità dell’operazione. Possiamo dire che un reattore non emette CO2, ma è certamente fuorviante non considerare i costi di estrazione, raffinazione e arricchimento dell'uranio, di costruzione e manutenzione dell'impianto, di smantellamento dello stesso e di trasporto e riprocessamento delle scorie.. Leggi tutto

Più luce dal sole?

pannello solareMentre 'Europa riscopre il nucleare cresce gradualmente il ricorso all'energia solare. Alla fine dell'anno scorso infatti ha superato la barriera dei 10mila MW di capacità installata su scala mondiale, e l'Agenzia internazionale per l'Energia (lEA) stima arriverà a coprire nel 2030 il 9% di tutta l'elettricità prodotta. Inoltre, l'altrettanto graduale miglioramento delle tecnologie sta cancellando uno dei principali ostacoli all'installazione. La superficie richiesta è in via di costante riduzione e l'area richiesta dalle nuove centrali è ormai simile a quella di un impianto a combustibili fossili o nucleari. La maggior taglia degli impianti riduce poi il divario nei costi di produzione, tanto che l'European Photovoltaic Industry Association stima che entro il 2015 tutta l'Europa meridionale potrà produrre energia a costi competitivi con le altre fonti.  

Fonte: Il Sole24Ore

Inquinare ci costa caro
Il mancato rispetto del Protocollo di Kyoto ci costa 42 euro al secondo.

 Il Kyoto Club snocciola dati che in tempi di crisi fanno ancor più tremare. Dal primo gennaio 2008, l’Italia, per lo sforamento delle emissioni di CO2 consentite dal Protocollo di Kyoto, ha accumulato ogni giorno un debito di 3,6 milioni di euro, che equivalgono a 42 euro al secondo. Il Kyoto club on line  ha predisposto un “contatore del debito” costantemente aggiornato che, in questo momento, tocca quota 1.600.000.000 euro!!! 

Per saperne di più vedi www.kyotoclub.org

Biocarburanti peggio del petrolio?
Alcuni biocarburanti sarebbero più dannosi per la salute di benzina e gasolio

 A minare la già discussa sostenibilità dei combustibili verdi si aggiunge uno studio dell’Università del Minnesota che ha calcolato, usando modelli elaborati dall’EPA americana, i  costi sanitari associati all’uso di diversi carburanti. Secondo i ricercatori, che hanno calcolato le emissioni di particolato fine e l’uso di fertilizzanti e pesticidi nell’intero ciclo di vita del prodotto, l'etanolo da mais ha un costo sanitario che va da 0,72 a 1,45 dollari al gallone. Peggio della benzina che ha un costo di 0,71 per gallone! Prestazioni migliori sono state ottenute però da biocarburanti ottenuti da piante non combustibili o da scarti di legno: da 19 a 32 centesimi a gallone. 

Fonte: Terra Nuova

Arriva il regolamento sulla certificazione energetica degli edifici
(che non piace alla UE)

edificioCon circa tre anni di ritardo il Governo ha approvato il regolamento nazionale sulla certificazione energetica degli edifici, che dovrà essere applicato solo dalle regioni che non hanno ancora norme in materia,  e che comunque non prevede l’obbligo di allegare l’attestato energetico all’atto di compravendita e al contratto di affitto (cosa per cui l’Unione europea ha chiesto un chiarimento e aperto una procedura d’infrazione verso l’Italia).
Quello approvato è infatti uno dei tre decreti che il Governo avrebbe dovuto emanare entro febbraio 2006 per attuare le disposizioni europee sul rendimento energetico.
Il regolamento prevede i criteri generali, le metodologie di calcolo e i requisiti minimi per le prestazioni energetiche degli edifici e degli impianti termici e i criteri di accreditamento degli esperti o degli organismi di certificazione.

Fonte: Greenreport.it

Vai a pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20

Sede operativa: Loc. Montebamboli 25/a - 58024 Massa Marittima (GR) - tel. 0566 216207 - email: info@paea.it
Sede legale: Via Foggini 37-45 - 50142 Firenze - P.I. 02057970358 C.F. 91088290357

Sviluppato da Nimaia